Tiger Depack: la soluzione all in one per il trattamento dell’organico

Tiger Depack: la soluzione all in one per il trattamento dell’organico

WhatsApp Image 2020 10 06 at 21.50.21

Tiger Depack produce da dieci anni soluzioni tecniche finalizzate al recupero ad alte prestazioni.

Gli scarti alimentari, gli scarti di produzione e gli scarti dei processi di trattamento dei rifiuti sono solo alcuni esempi delle principali matrici valorizzate attraverso i de-packager Tiger Depack.

Massima affidabilità del macchinario e studio approfondito della specificità di ogni tipo di matrice da recuperare consentono ai de-packager Tiger di raggiungere performance in grado di tagliare significativamente i costi di smaltimento e di essere allineati con le normative ambientali emanate a livello locale e globale.

Fin dall'inizio Tiger Depack si è posta l'obiettivo di colmare un vuoto tecnologico nel recupero della matrice organica, grazie a questa esigenza dodici anni fa il primo de-packager prodotto da Tiger Depack è stato in grado di recuperare fino al 98% del contenuto dal suo imballaggio in soli 20 metri quadri di ingombro arrivando a processare fino a 15 ton all'ora di rifiuto.

Massima performance finali raggiunte in un unico passaggio.

La linea di prodotti Tiger Depack è composta da 3 modelli principali di de-packager: HS20, HS10 e HS5.

Tiger HS20 e Tiger HS10 sono, rispettivamente, le unità di produzione da 20 e 10 tonnellate all'ora ed il loro ingombro è paragonabile: 20 metri quadrati per HS20 e 18 metri quadrati per HS10.

Le diverse portate orarie consentono alla HS20 di trattare da 20.000 a 60.000 ton all'anno mentre la HS10 è adatta a quantitativi da 10.000 a 30.000 ton all'anno.

L'unità Tiger HS5 è invece il de-packager di dimensioni più piccole coni suoi 12 metri quadrati di ingombro ed è adatta per quantitativi da 5.000 a 10.000 ton all'anno.
Questo modello è stato dedicato ad installazioni specifiche in cui è disponibile una superficie limitata.

Pre-trattamento della matrice organica

Nelle applicazioni di PRE-TRATTAMENTO nei PROCESSI DI DIGESTIONE ANAEROBICA A SECCO E COMPOSTAGGIO I rifiuti trattati sono generalmente rifiuti organici e alimentari separati alla fonte
che vengono immessi direttamente nei de-packager di Tiger.
I processi in questo caso sono un pretrattamento perché le unità Tiger preparano i rifiuti in ingresso per essere ottimizzati.
I processi anaerobici o di compostaggio a secco richiedono al pre-trattamento la rimozione degli imballaggi e, sebbene nessun liquido sia richiesto dalle unità Tiger, una percentuale di percolato o liquido viene aggiunta come inoculo.

In questi casi i de-packagers Tiger eseguono una modalità di lavoro a secco riducendo la sostanza solida dal 30% -35% al 30% -27%

Nel caso di DIGESTIONE ANAEROBICA con tecnologia WET, i Rifiuti Trattati ed il Processo realizzato hanno le stesse caratteristiche della precedente fattispecie Compostaggio/DryAD.

A variare è la modalità di lavoro, questa volta ad umido e di conseguenza la densità dell'organico ottenuto è ridotta dalla sostanza solida di partenza del 30% -35% alla richiesta del 5% -10%.
Negli impianti di digestione anaerobica umida vengono aggiunti liquidi di processo come inoculo o percolato per raggiungere la densità richiesta al funzionamento del digestore o per accelerare la degradazione biologica.
I de-packager di Tiger sono equipaggiati con linea di adduzione liquida e il contatore connesso digitalmente con Tiger Software.

Esempi di rifiuti organici sono FORSU, HORECA, ALIMENTI SCADUTI.
Le prestazioni di massa sono FINO AL 95% DEL RECUPERO DEI CONTENUTI (organico).
La prestazione economica è FINO AL 90% DELLA RIDUZIONE DEI COSTI DI SMALTIMENTO

WhatsApp Image 2020 10 06 at 21.50.23 2

WhatsApp Image 2020 10 06 at 21.51.28

Pulizia delle plastiche

Le plastiche da sovvalli sono uno degli scarti prodotti in quantità più ingente dagli impianti di trattamento dei rifiuti organici.
Il loro recupero è una applicazione specifica, questa fattispecie prevede l’inserimento della Tiger HS20 OSC in linee di pre-trattamento già esistenti in cui i de-packagers di Tiger sono utilizzati per il recuperano la materia organica ancora presente negli scarti prodotti.

Il recupero della materia organica da questa matrice consente una valorizzazione di massa o energetica a seconda che il processo sia di compostaggio o digestione anaerobica.
La composizione dei rifiuti in questo caso è il Sovvallo da pretrattamento, un insieme di scarti plastici con ancora presente quantità rilevanti di organico.
Le prestazioni di massa sono FINO AL 95% DEL RECUPERO DEI CONTENUTI.
La prestazione economica è FINO AL 70% DELLA RIDUZIONE DEI COSTI DI SMALTIMENTO.

Prendiamo ad esempio una linea di pre-trattamento FORSU che produce un quantitativo di sovvallo pari al 25%-30% in peso del materiale conferito in ingresso.
Questa percentuale rappresenta un quantitativo significativo in termini economici mentre, in termini gestionali, le caratteristiche qualitative della matrice rendono complicato ed ancora più oneroso l’individuazione di impianti di smaltimento disposti a ricevere questo scarto.

Inserendo il de-packager Tiger HS20 OSC i sovvalli acquistano una qualità superiore ed una significativa riduzione del peso complessivo.
Una linea di pre-trattamento che genera un quantitativo di sovvallo di scarto fra il 25%-30% riduce questo valore fino al 5%-10% grazie alla linea prodotto OSC di Tiger Depack.
Anche in questa applicazione i valori aggiunti dell'HS 20 OSC di ridotti costi operativi e esiguo ingombro necessario sono un ulteriore place quando si tratta di inserimento in impianti già avviati.

Tiger Depack HS 20 – Impianto di Digestione Anaerobica a Secco e Compotaggio – Bioenergia Trentino TN

La Tiger Depack HS 20 OSC Oversize Cleaning è stata inserita successivamente alla realizzazione e messa in esercizio dell’impianto ed è ora posizionata nella sezione di pretrattamento

La catena trituratore primario vaglio stellare che precedono la Tiger HS20 OSC producono i due flussi in uscita sottovaglio (destinato al digestore dry) e sopravvaglio (destinato alla Tiger HS20 OSC).

La Tiger HS20 OSC viene alimentata con 8 tonnellate per ora di sovvallo, flusso di imballaggi più corpi estranei non desiderati, che presentano un contenuto di sostanza organica tra il 50% e il 60 % del peso secco totale.

Il materiale lavorato dalla TIGER HS20 OSC viene separato attraverso un processo di centrifugazione verticale brevettato.
Le due matrici ottenute sono quella leggera composta principalmente da imballaggi e quella pesante composta maggiormente da organico.

La frazione pesante, caricata nel medesimo nastro di alimentazione digestore (NT03 figxx), presenta una percentuale di plastica < 0,5% pesata sul secco.
Il trattamento anaerobico recupera ora energia dalla matrice organica di risulta dalla Tiger HS20 OSC mentre il successivo compostaggio realizza il recupero di materia.

L’altra frazione separata leggera presenta un quantitativo residuo di sostanza organica dopo il trattamento del 5-6% sul peso secco con un recupero quindi di circa il 90%.
Viene accumulata in apposita sezione della fossa e rappresenta il nuovo scarto dell’impianto.
Questo materiale è composto da plastica pulita, senza residui organici, asciutta, leggera e più facile ed economica da smaltire in discarica o termovalorizzazione.

Lo scarto prodotto dalla sezione di pretrattamento dell’impianto con l’inserimento di TIGER HS20 OSC è stato ridotto di più del 50% in peso in un solo passaggio.

Tiger Depack HS20 - Impianto di Digestione Anaerobica a Secco e Compostaggio – Hera Ambiente – Sant’agata Bolognese

A monte del sistema di digestione anaerobica del nuovo impianto Hera, Cesaro Mac Import ha perfezionato la fase di pre trattamento con l’inserimento del suo Sistema Tiger Depack per il trattamento dei sovvalli.
In particolare, ha installato il modello HS 20 OSC per recuperare frazioni di materiale altrimenti destinate a discarica.
Tiger Depack ha consentito di estrarre la frazione organica ancora contenuta all’interno del sovvallo (in una proporzione del 90%) con una pulizia inimmaginabile del materiale plastico che in questo modo arriva a rappresentare il 10% del sovvallo trattato.
Il Sistema Tiger Depack, sviluppato a tavolino, provato sul campo, perfezionato in anni di lavoro e brevettato dalla stessa Cesaro Mac Import, permette sia di ridurre il materiale avviato a discarica (e i relativi costi di trasposrto e smaltimento), sia di recuperare la componente organica omogeneizzata che può quindi essere avviata a compostaggio o digestione anaerobica. Tiger Depack HS 20 OSC recupera quasi il 100% dell'organico intrappolato ancora ni sacchetti di plastica.
La speciale tecnologia pulisce il sovvallo della FORSU dalla plastica residua estraendo una matrice organica omogeneizzata e di una pezzatura adatta alla digestione anaerobica a secco, come a Sant'Agata Bolognese.

Credit by Andrea Piccioni (product Manager Tiger Depack)
Tigerdepack.com

WhatsApp Image 2019 09 12 at 09.10.27

 

 

Follow us on Social and update with all Tiger Depak News!